Questo è il penultimo, per oggi.

Colleziono i Champions League solo se li trovo in occasione, e solo quelli dagli ottavi in poi. Non li amo particolarmente, sia perché il rivestimento non mi piace tanto (parlo di quelli dell’ultimo decennio), sia perché non accetto che ogni anno abbiano sempre lo stesso comun denominatore: le stelle, che mi ricordano che anche questa coppa è uno strumento per promuovere e perorare lo Star System. La seguo, la guardo e resto ammirato dalle belle partite, ci mancherebbe, ma i tifosi di calcio sono così, mai contenti. Tranne quando il Cagliari trionfa. Quindi mai contenti.

Sì, molti sono belli, hanno colori accesi e dei bei simboli, ma non mi fanno morire.

Questo l’ho vinto per caso in un’asta su Ebay, ed è il pallone della finale persa dalla Juventus, e nello scrivere quest’ultima frase, sappiate che mi sto mangiando un Kinder Cioccolato, per sublimare il momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.